Microimpresa

La microimpresa è uno dei pilastri dell’economia italiana, costituendo il 95% delle imprese complessive. Ma che cos’è esattamente e come si può fare ad aprirne una? La microimpresa viene definita con precisione dalle norme dell’Unione Europea. Per chi è interessato ad aprire una microimpresa ci sono agevolazioni e finanziamenti europei, nazionali e regionali. Ecco le nostre informazioni sulla microimpresa e alcuni link utili che abbiamo selezionato per voi.

Per definizione della Commissione Europea, una microimpresa è definita come un’impresa il cui organico sia inferiore a dieci persone e il cui fatturato o il totale di bilancio annuale non superi 2 milioni di euro. Questa definizione si applica alle imprese di tutti i settori produttivi. Per “organico” si intendono i dipendenti delle imprese a tempo determinato e indeterminato iscritti nel libro matricola dell’impresa e legati all’impresa da forme contrattuali che prevedono il vincolo di dipendenza. Per la definizione completa di microimpresa consultate il sito della Commissione Europea alla sezione Imprese.
Quali sono quindi le attività che possono essere considerate microimpresa? Sono tantissime: da un bar a un’edicola, da una società di consulenza a uno studio di avvocato. Sul sito Editoriale per l’innovazione e la microimpresa, troverete tante informazioni utili su questo tipo di impresa, nonché notizie su bandi di finanziamenti e case study, ovvero racconti di quelli che la loro microimpresa l’hanno già aperta. Un altro sito ricco di informazioni utili è Microimprese, sul quale potete anche iscrivervi ad una newsletter che periodicamente vi terrà informati sul mondo dell’impresa in piccolo. Sul questo sito apprendiamo per esempio che in Italia le microimprese sono oltre 4.100.000 ovvero il 95% delle imprese complessive e che occupano il 47% dell’occupazione privata non agricola.
Chi vuole saperne di più sulla microimpresa troverà ulteriori informazioni su Economia.it, il portale italiano per le piccole e medie imprese, con link utili e rassegna stampa sulle PMI.
Ma cosa deve fare chi vuole aprire una microimpresa? Innanzitutto deve tenere presente che ci sono vari finanziamenti e agevolazioni per nuovi imprenditori che decidono di aprire una microimpresa. Parliamo ad esempio di Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti. Invitalia ha un dipartimento dedicato all’auto-imprenditorialità e all’auto-impiego, in cui promuove queste attività garantendo finanziamenti e agevolazioni. Le agevolazioni di Invitalia per la microimpresa si rivolgono a chi vuole avviare un’attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Le condizioni per presentare la domanda di agevolazione sono che almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno metà delle quote sia maggiorenne, non occupato, residente nel territorio nazionale da almeno sei mesi. Al momento della presentazione della domanda le società devono essere già costituite. La microimpresa può operare nella produzione di beni o nella fornitura di servizi, con esclusione del commercio, della produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura; l’investimento complessivo non può superare i 129.114 euro Iva esclusa. L’attività finanziata deve essere svolta per almeno cinque anni. Le agevolazioni sono finanziamenti, per gli investimenti e per il primo anno di gestione, e servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa. Per ulteriori informazioni sull’iter di valutazione, la modalità di erogazione del finanziamento alla microimpresa e per scaricare i moduli di domanda, potete consultare il sito di Invitalia.
Invitala non è comunque l’unica istituzione a fornire agevolazioni e finanziamenti per la microimpresa: periodicamente regioni e comuni pubblicano bandi di finanziamento. Chi ha intenzione di aprire una microimpresa deve quindi tenere d’occhio i siti istituzionali della Regione e del Comune di residenza. Alcune regioni hanno anche un sito appositamente dedicato a finanziamenti come ad esempio quello della regione Lazio che si chiama Filas. Consultate anche la nostra selezione di risorse online sui finanziamenti alle imprese.
E non dimenticatevi dell’Europa: nel quadro delle politiche europee sul lavoro sono previsti numerosi programmi di finanziamento alle microimprese: consultate frequentemente Obbiettivo Europa, portale dedicato ai fondi e ai programmi di sviluppo europei; oppure cercate altri link utili a siti sui finanziamenti europei nella selezione che abbiamo preparato.  

Share

Be the first to comment on "Microimpresa"

Leave a comment