Le 10 più innovative compagnie del retail

retail

Di seguito la classifica delle 10 più competitive compagnie che operano nel settore del retail. La classifica si basa sulla loro capacità di creare innovazione anche in relazione al rapporto che sono state in grado di costruire con i propri clienti. L‘articolo riprende i concetti espressi in un pezzo pubblicato da Mansueto Ventures LLC sul sito http://www.msnbc.msn.com

1. Groupon

Al primo posto troviamo Groupon per la capacità di integrare il web e il real-world shopping e per aver cambiato il comportamento dei consumatori portando anche a una democratizzazione delle piccole imprese. Si tratta dell‘azienda in più rapida crescita nella storia del web, una società che da poco ha fatto irruzione nel mondo del web e, appena sette mesi dopo la nascita, conta già più di 500 siti clone.

2. Trader‘s Joe

Al secondo posto c‘è Trader‘s Joe per essere diventato più grande di Whole Foods, pur mantenendo la sua immagine ‘down-home‘. La catena di vendita offre un limitato portafoglio prodotti ma con un alto turnover, il che le consente di acquistare grandi quantità di prodotto con forti sconti; inoltre mette a disposizione una combinazione vincente di prodotti economici e di lusso. I suoi 344 negozi negli Stati Uniti arrivano a vendere prodotti per una cifra stimata di 1.750 dollari per piede quadrato, più del doppio di Whole Foods.

3. Marks & Spencer

Il terzo posto è occupato da Marks & Spencer per la sua ricerca aggressiva della sostenibilità. Nell‘ultimo anno, la società britannica ha investito per innovare la produzione di sacchetti di plastica, ha significativamente ridotto l‘imballaggio e ha lanciato una joint venture con Oxfam per il riciclaggio di abbigliamento usato. Si è inoltre impegnata a diventare il primo rivenditore che assicura che sei delle principali materie prime che utilizza, soia, cacao, carne, cuoio, caffè e olio di palma, provengono da fonti sostenibili, che non contribuiscono alla deforestazione.

4. Amazon

Per aver aperto la strada verso il mercato del libro digitale con il Kindle e per aver generato un importante, seppur solo iniziale, cambiamento nelle abitudini di lettura del pubblico. Inoltre per il fatto che, sebbene la concorrenza nel mondo dell‘e-reader sia feroce, Amazon è ancora l‘operatore dominante nel commercio online.

5.  eBay

Per aver guidato il commercio online. Solo quest‘anno, eBay prevede di vendere 4 miliardi di dollari di merci via smartphone e tablet, più del doppio rispetto al 2010; una cifra ben superiore a quella di qualsiasi altro distributore. La sua applicazione per iPhone è stata scaricata circa 15 milioni di volte, e l‘azienda sta rilasciando una serie di applicazioni mobili di interesse per chi si occupa di moda, motori, elettronica, la casa e il giardino.

6. Apple

Per la creazione di piattaforme e prodotti del tutto nuovi, tra cui l‘App Store, il nuovo iTunes 10, il negozio Apple TV digitale, e l‘iPad, un device più adatto dell‘iPhone per spingere l‘acquisto online.

7. Starbucks

Per il fatto di riuscire ad ascoltare i propri clienti. Anche se il feedback sul sito MyStarbucksIdea.com è stato originariamente stroncato, quasi 98.000 sono state le idee presentate, e 100 sono state adottate dall‘azienda. Tra le tante: donare dolci invenduti alle strutture per i senzatetto, vendere inserti riutilizzabili e continuare a vendere Salted Caramel Hot Chocolate.

8. Shopkick

Per aver portato avanti l‘esperienza vendita in-store e mobile. Oltre a premiare gli utenti con benefici non appena entrano in un negozio, è stata introdotta l‘app per smartphone location-aware che guida gli utenti all‘interno dei punti vendita, consentendo loro di accedere a opinioni e contenuti multimediali.

9. Ikea

Per aver abbattuto i rifiuti attraverso la vendita online dei suoi mobili in Svezia, e per la realizzazione di investimenti da parte della sua venture capital. Ikea Greentech ad esempio è dedicato a sostenere le imprese nello sviluppo di soluzioni energetiche alternative e a incentivare tutte quelle soluzioni che potrebbero portare allo sviluppo di prodotti per Ikea. La società ha anche comprato le centrali eoliche tedesche e francesi per tagliare le sue emissioni di anidride carbonica.

10. Outfitters Urban

Per aver sostenuto vari marchi che si occupano di retail tra i quali Urban Outfitters, Anthropologie, e l‘anticonformista Leifsdottir.

Share

Be the first to comment on "Le 10 più innovative compagnie del retail"

Leave a comment

Your email address will not be published.