Corsi gratuiti in azienda

Corsi gratuiti in azienda? Si può, grazie alla formazione finanziata


Corsi gratuiti in azienda? Si può, grazie alla formazione finanziata

Posted: 21 Jul 2011 09:58 AM PDT

Lavorando con le piccole imprese mi sono resa conto che molti non sanno dell’opportunità di poter realizzare corsi su misura direttamente a domicilio (in azienda) grazie alla formazione finanziata, tramite i fondi interprofessionali come Fondimpresa.

Corsoroland

Ecco qui un elenco completo di tutti i fondi interprofessionali.

Scarica ElencoFondiInterprofessionali

In pratica le aziende possono aderire a Fondimpresa o a un altro fondo inteprofessionale; questa adesione non ha costi per l’azienda. Quando l’azienda ha aderito a Fondimpresa, lo 0,30% dei contributi che l’azienda comunque già paga vengono destinati alla formazione. Dunque l’azienda non sostiene nessun costo aggiuntivo.

Di queste somme una parte (il 30%) viene destinata al cosiddetto Conto Sistema, grazie al quale si realizzano corsi organizzati da enti formativi (associazioni di categoria, enti formativi, ecc.) gratuiti per l’azienda e solitamente interaziendali.

Ma quello che ci interessa di più è l’altro 70%, il cosiddetto Conto Formazione, il quale è spendibile direttamente dall’azienda per realizzare progetti di formazione personalizzati e da tenersi presso la propria sede.

Qui trovate maggiori spiegazioni.

Altra cosa che ci interessa molto è che Il 31 dicembre 2011 scade per le aziende che hanno aderito a Fondimpresa prima del 2007 il termine per utilizzare tutti i versamenti dello 0,30% effettuati tramite l’Inps nel 2007 e nel 2009 e trasferiti sul loro Conto Formazione.
In pratica, se l’azienda ha somme accantonate sul Conto Formazione (in gergo si chiama proprio “accantonato”) e non le utilizza per realizzare progetti formativi entro la fine dell’anno, li perde.

Infatti la quota dei versamenti del 2007 e del 2009 non utilizzata entro il termine del 31 dicembre 2011 sarà trasferita dal 1° gennaio 2012 dal Conto Formazione dell’Azienda alle risorse collettive del Conto di Sistema (cioè a vantaggio di tutte le imprese aderenti, ma non più utilizzabili dalla specifica azienda).

In pratica:

  1. verificate con il vostro ufficio paghe o con il consulente del lavoro se siete iscritti a qualche fondo interprofessionale;
  2. se non lo siete, fatelo (non vi costa nullla);
  3. se siete iscritti, verificate quanto avete di “accantonato”; lo potete fare accedendo al vostro conto con un’apposita password;
  4. utilizzate questi soldi (sono vostri) per la formazione; per la parte burocratica vi servirà il sostegno della vostra associazione di categoria (solitamente hanno persone esperte e dedicate), altrimenti ci sono dei liberi professionisti in grado di assistervi; anche il costo relativo a questi servizi di assistenza viene rimborsato.

Se avete già individuato un docente, formatore o professionista che può erogare la formazione, potete elaborare il vostro progetto tramite lui (vi assisterà in questo l’esperto che avrete scelto) e presentare il progetto a Fondimpresa (o altro fondo).

Se avete idea di quale tipo di formazione vi serve ma non avete individuato un docente, potete rivolgervi sempre al solito esperto dell’associazione che potrà segnalarvi un professionista.

Una volta approvato il progetto, potrete realizzare il corso. Dovrete pagare il docente, poi il fondo vi rimborserà la fattura relativa (solitamente dopo 30-45 giorni).

Complicato? Non quanto sembra. Basta prenderci la mano.

E poi, conviene.

Primo, spendete soldi vostri che sono già stati accantonati per la formazione. Se non li utilizzate, li perdete.

Secondo, potete realizzare progetti su misura per la vostra azienda, che realmente vi servono.

Terzo, potete scegliere il docente che più vi piace (anche me, magari; ecco un elenco di alcuni miei corsi; ed eccone altri). Scusate l’autopromozione, in questo caso mi sembrava pertinente 🙂 (quella nella foto sono io in un recente corso in azienda).

Articolo di Marketing Low Cost di Cristina Mariani

Share

Be the first to comment on "Corsi gratuiti in azienda"

Leave a comment