Come fare un Business plan

Spesso senti parlare di Business plan, ma cos’è e come si compila? Un business plan è il primo che devi realizzare per l’avvio di una nuova attività. Se devi richiedere finanziamenti pubblici è la stessa legge che te lo impone; devi anche farlo se sei un investitore privato che deve valutare le probabilità di crescita o di sviluppo della sua azienda. Esso è sostanzialmente uno strumento per valutare se la tua idea può essere o meno sviluppata. Con questa guida ti illustro i suoi capi principali e come farlo.

  1. 1

    Il business plan (piano di mercato) non è né più né meno una relazione, che si articola in punti, ognuno di quali presenta soluzioni o approfondimenti di carattere economico, sociale e commerciale. Come ogni buona relazione comincerai sempre con un Indice, all’interno del quale presenterai le varie sezioni.

  2. 2

    Molto particolare deve essere la prima parte del documento: la Sintesi. Essa propone l’idea ai finanziatori, influenzandone il giudizio finale. Riassumerai gli elementi cardine dell’affare, con le tendenze di mercato e i suoi sviluppi, i clienti, le strategie di vendita, la pubblicità e le risorse umane.

  3. 3

    Primo punto di sviluppo del documento sarà l’Analisi di Mercato, dove analizzerai lo stesso in base al prodotto. È molto utile integrarla con delle ricerche di mercato, che ti serviranno a definire i potenziali clienti e quali i loro comportamenti d’acquisto. Per completare al meglio questa analisi, puoi contattare anche agenzie di statistica e di ricerca, le stesso che intervistano con sondaggi gli iscritti al loro panel.

  4. 4

    Segue il capo di Prodotti e servizi, dove esporrai la tua idea, soffermandoti sulle caratteristiche del prodotto che invogliano all’acquisto (anche in base a strategie o soluzioni della concorrenza). In questa parte proporrai anche informazioni di assistenza post-vendita, e di sviluppi futuri del prodotto.

  5. 5

    Poi farai seguire un capitolo di Piano di marketing, dove individuerai le fette di mercato da acquisire, di come l’azienda proporrà il prodotto sul mercato, le strategie di vendita, e cosa indurre all’acquisto i consumatori. Qui insisterai sui punti forza, che possono essere il prezzo, la qualità, o la promozione (per esempio vendita promozionale iniziale).

  6. 6

    Successivamente parlerai, nel capo Piano Organizzativo, della potenzialità e dell’organizzazione della tua azienda; le sue competenze commerciali, le tecnologie e come organizzi al meglio le risorse umane. Segue un Piano finanziario, dal quale fornirai i tuoi dati finanziari e la tua capacità a produrre utili. È quest’ultima, probabilmente, la parte più impegnativa.

  7. 7

    Questo è lo schema di massima che devi seguire per compilare un corretto busines plan. Dopo questi capi puoi anche inserire un’appendice con una parte di allegati, nei quali darai ulteriori utili informazioni che contribuiranno a rendere vincente e convincente (nel caso di finanziamento) la tua idea.

    Occorrente

    • Ricerche di mercato
    • Finanziatori
    • Risorse umane
    • Idee di marketing
    • Conoscenze di mercato, vendita e pubblicità
Condividi
Share

Be the first to comment on "Come fare un Business plan"

Leave a comment